domenica 27 gennaio 2013

Nota AIFA n. 87


La nota 87 riguarda la prescrizione dell'oxibutinina.

La sua prescrizione a carico del SSN è limitata alla seguente condizione:

  • pazienti affetti da incontinenza urinaria, nei casi in cui il disturbo minzionale sia correlato a patologie del sistema nervoso centrale (ad es. ictus, morbo di Parkinson, traumi, tumori, spina bifida, sclerosi multipla)



Background scientifico

L’oxibutinina è un farmaco anticolinergico utilizzato nel trattamento della vescica iperattiva; determina un rilasciamento della muscolatura liscia vescicale, sia per la sua attività antimuscarinica sia per un effetto diretto sulla muscolatura liscia.
Il farmaco, incrementando la capacità della vescica, riduce la frequenza della minzione e il numero degli episodi di incontinenza.
La riduzione media dell’incontinenza urinaria osservata negli studi clinici è circa del 52% e la riduzione media relativa alla frequenza della minzione nelle 24 ore è circa il 33%. Il farmaco presenta una buona compliance e la comparsa di effetti collaterali (prevalentemente secchezza delle fauci) si osserva nell’8% circa dei casi.
L’efficacia dell’ossibutinina è stata dimostrata anche per somministrazione intravescicale.

Nessun commento:

Posta un commento